Tag: access

18/12/2017 / Cool

Vi avanza un accesso ad un abbonamento Netflix, Spotify, Apple Music, Google Play Music, etc. etc.? Volete accedere a Netflix, Spotify, Apple Music, Google Play Music, etc. etc. senza pagare il prezzo intero? TogheterPrice, piattaforma attiva da qualche tempo, mette in contatto domanda e offerta, giurando e spergiurando che, grazie all’attento esame del cavillo legale, si ha diritto di costituire team di…

30/05/2017 / Dev

Non ha le pretese di offrirvi visibilità e traffico come, invece, potrebbero fare vetrine più blasonate (Amazon, etc.), ma se siete alla ricerca di un modo rapido per vendere il vostro prodotto, senza pensare a quanto ammontino le commissioni (zero!), allora OrderingPages potrebbe fare al caso vostro: negozio virtuale in lingua locale, gestione di cataloghi e listini, accessibile da ogni dispositivo…

30/12/2016 / Dati

Sei un “power user“, abituato ad arrangiarti nelle distrazioni informatiche quotidiane? Hai nostalgia di strumenti come Lotus Notes e Microsoft Access? Se hai risposto “sì” ad entrambe le domande, dai un’occhiata a Airtable (“Spreadsheet, meet database“, il loro motto). Airtable serve ad organizzare dati, di qualsiasi tipo, in modo semplice, intuitivo. Si costruiscono tabelle definendo, contestualmente, i tipi di dati che le…

21/11/2016 / IoT

Forrester analizza le undici piattaforme “Internet of Things” più significative, mettendole a confronto attraverso l’uso di venticinque criteri. Il risultato è abbastanza scontato; probabilmente -aggiungo io- le ‘features’ più interessanti andrebbero cercate in realtà più piccole, in piattaforme meno conosciute, magari specializzate in ambiti verticali/di nicchia. Il report, comunque, è una buona raccolta di informazioni utili a chi, in azienda, sta cercando di…

03/08/2016 / IoT

Un concentrato di sensori per svolgere molti compiti. Questo è Allbe1, compatto oggetto dell’internet delle cose, in arrivo entro la fine dell’estate. Sensore infrarosso per il controllo accessi, funzionalità di tracciamento beni/animali (persone?), sistema di sicurezza per smartphone, motion e fitness tracker, gestione esposizione ai raggi uv, pulsante programmabile. Piccolo e pure colorato ed altro ancora. Preordine su Indegogo a…

19/05/2016 / Open

Open source e API-zzato; glot.io è questo: glot.io lets you run and share snippets. Snippets can be saved as either public or secret. Public snippets will show up in/snippets and will be found by search engines. Secret snippets can only be accessed by those who know the url. Code is executed inside a temporary container without a network connection. Execution…

14/03/2016 / Sicurezza

Il meccanismo è tanto semplice quanto potente: da una finestra del browser accedete a passphrase.io, inserite una parola o frase di accesso ed associate a questi del testo libero. Una volta salvato, il contenuto potrà essere recuperato utilizzando la stessa parola o frase inserita la prima volta. “Segreti” che rimarranno tali perché cifrati (AES256), ma recuperabili da terzi in caso di…

01/03/2016 / IoT

Uno dei tanti animali domestici virtuali e connessi, buoni forse solo a far da guardia a casa e dintorni. E’ Angee, e cioè: 360° rotation. Angee has 360° visibility and motion-tracking technology so it will automatically turn towards whatever is happening in the vicinity. Full perimeter security. Simply stick motion sensors on the doors and windows, and Angee will know exactly who…

17/07/2015 / Business

“Devo essere su LinkedIn, ci devo essere assolutamente: ci sono tutti, non posso non esserci anch’io“. Quante volte ve lo siete detti? Quante volte l’avete sentito dire da amici e colleghi? [scusate l’incipit un po’ Aranzullesco, m’è uscito così!]. Fin qui tutto semplice, e poi: quale foto metto? Quella del matrimonio perché sono vestito bene, quest’altra fatta in spiaggia la scorsa…

07/06/2013 / Legale

Dallo scandalo scoppiato recentemente in US, oggetto il programma di controllo delle comunicazioni (PRISM) messo in piedi dalla National Security Agency, emergono due considerazioni importanti: sarebbe bello se tutto il software usato per l’analisi di questi big data venisse rilasciato in open source; alla NSA hanno bisogno di qualcuno che sappia usare (decentemente) powerpoint (non vi è traccia di tutta quella fantatecnologia…