StartupBlink, le pagine gialle per startup, coworking, mentors, freelance e acceleratori.

Ci si sguazza, letteralmente. Su StartupBlink ci si registra per segnalare la propria iniziativa personale (freelance) o imprenditoriale (startup), oppure per dare un’occhiata -in molti casi ispiratrice- a cosa succede di bello là fuori. Come dalle parti di Milano, ad esempio, dove scopro: BatSharing, una app nata per unificare l’accesso ai vari servizi di car-sharing; yiM […]

C’è wifi oltre la spazzatura?

Siamo a New York e l’azienda Bigbelly sta sperimentando un sistema di cassonetti “intelligenti“, in grado cioè di tracciarne l’uso fatto dalla cittadinanza, autoalimentandosi con energia solare, trasformandoli anche in hostspot wifi per fornire connettività internet diffusa. Siamo al concept, e il disegno è molto più ambizioso: riuscire ad impostare politiche di riciclo del rifiuto più ‘green‘, […]

L’isola (digitale) che non c’è. Più.

Quasi più; è l’isola digitale di Milano. Sigh. Leggi anche: StartupBlink, le pagine gialle per startup, coworking, mentors, freelance e acceleratori. Italian Smart Cities Una finestra, una ricarica. Anche col pallido sole di Milano. Zoff, Gentile, Cabrini, Sica, Scotti, Quintarelli…[#sbf12] Corso gratuito per sviluppatori BlackBerry 10; a Milano il 21 maggio.

Android: forzare l’aggiornamento OTA

Ieri sera ho aggiornato il Nexus 7 3G ad Android 4.2.2 (Over The Air); per farlo, visto che la notifica ufficiale tardava ad arrivare, ho eseguito queste semplici operazioni (valido per i dispositivi Android in genere): spegnere wifi e 3G (magari attivando la modalità aereo) scegliere impostazioni /applicazioni / tutte click su Google Service Framework click su […]

L’Atac a 300 all’ora

A sinistra i risultati dello speed test della connessione su Italo Treno; a destra quelli del 504, autobus circolare, zona Anagnina/Roma. Leggi anche: Collisione alla stazione Tiburtina Italo Streno Qualcuno volò… giù dal finestrino. Android: forzare l’aggiornamento OTA Oh, cumpa: v’aspe’ giù al sottotreno

Security through obscurity

E nient… si chiacchierava con amici dell’importanza di gestire in modo sicuro le proprie password, la connessione ad internet, la propria privacy quando, chiedendo di poter accedere alla rete wifi dell’ufficio, mi dicono: “Non c’è problema, la password è scritta sotto il router Telecom”. Etichetta originale. Uh! Leggi anche: Qualcuno (laggiù) mi ama. PRISM, non […]