Il ladro di polli ai tempi del big data

Se sei un professionista del furto con scasso e, allo stesso tempo, appassionato di dati, il mio consiglio è quello di abbandonare la “professione” e trasformare la tua passione in un lavoro a tempo pieno: data analyst e data scientist sono ricercatissimi dal mercato. Se, invece, la professione ti ha veramente ‘preso‘ -e qui gli auguri li indirizziamo alle tue eventuali […]

Presence Security Pack: la tua casa sotto controllo

Nata come app per trasformare uno smartphone in dispositivo di videosorveglianza; finanziato, poi, tramite Indiegogo il progetto di aggiungere altri dispositivi all’impianto di sicurezza. Il Presence Security Pack ora è realtà, funziona e si può acquistare qui. Leggi anche: 3rdeye, stop agli incidenti da WhatsApp Safer Internet Day, 11 febbraio 2014 Samsara, l’Internet of Things […]

Xandem, monitorare casa senza telecamere

Xandem: valida alternativa al monitoraggio di ambienti domestici, senza le “invasioni” da telecamera. “XANDEM HOME provides information about when and where people move across entire floor plans. This allows you to monitor and automate your home in ways that aren’t possible with cameras or traditional motion detectors. If you’re a developer that wants to leverage […]

The Internet of non communicating Things

Vi avevano detto che il frigo avrebbe ‘parlato’ direttamente con il fruttivendolo sotto casa, ‘rimpolpando’ gli scaffali semivuoti, per poi guidare il forno lì di fianco nel preparare la cena della sera. La lavastoviglie avrebbe silenziosamente aspettato il suo turno, là nell’angolino, in attesa del segnale proveniente dal sistema di irrigazione installato in giardino, per poi dare […]

Fuffi ha fame: un click su Petzi e arriva il biscottino

Progetto crowd-finanziato su Indiegogo, ora prodotto in vendita su Amazon (170 US$). E’ Petzi, un dispositivo connesso ad internet, dotato di videocamera, altoparlante e dispenser di cibo, ed una app per controllare il tutto da remoto. Per tenere sotto controllo Fuffi, il vostro cagnolino, scattargli una foto, ‘parlargli‘ e dargli qualcosina da mangiare. Per i […]