Let’s griffe your school years!

Fa bene a preoccuparsi “lo Scorfano“, e tutti noi con lui, sulla piega che sta prendendo la scuola pubblica Italiana rispetto alla cronica mancanza di fondi:

Forse succederà un giorno, tra qualche anno, che per pagarci un’offerta formativa più ampia ci chiederanno di indossare magliette con la pubblicità di qualche marca di scarpe da ginnastica o di yogurt. Forse succederà che un giorno, tra qualche anno, ci chiederanno di interrompere a metà ogni nostra lezione per tirare fuori un nuovo modello di smartphone e fare sessanta secondi tassativi di messaggio promozionale che decantino le meraviglie di quel nuovo prodotto. Forse un giorno, tra non molto tempo, avremo alle nostre spalle di insegnanti dei maxischermi al plasma che manderanno in onda gli spot della nuova bibita energetica pensata per i giovani rampolli che frequentano, in quel momento, la scuola. Forse sarà ammesso che loro scelgano liberamente tra il guardare noi e il guardare la pubblicità sui maxischermi.

Il post completo lo trovate qui.

Aggiornamento: guardate cosa succede, ad esempio, dalle mie parti.