Cara Telecomitalia…

GREENPEACE: IL GHANA AVVELENATO
Creative Commons License photo credit: greenpeace.italia

Ieri, in giornata, sono passati i tuoi tecnici; probabilmente a soddisfare le esigenze di qualche mio vicino. Putroppo (e ribadisco putroppo) il tuo armadio permute è ospitato –gratuitamente– sul muro di casa mia (chissà perchè gratuitamente, poi). Quando i tuoi omini arrivano:

  • non hanno una mappa dei pozzetti, ed allora scavano come delle talpe impazzite, riesumando luce, gas, acqua (e chi più ne ha più ne metta) proprio davanti -ripeto- a casa mia;
  • le mani, giustamente sporche da lavoro, si appoggiano sul muro -ripeto- di casa mia; tanto, prima o poi, lo dovrò ridipingere no?!?
  • i detriti dell’operazione (pezzi di cavo, nastro adesivo, etc) rimangono in bella vista sull’ingresso -ripeto- di casa mia;
  • i pozzetti riesumati restano tali; nessuno si degna di riportarli allo stato in cui erano.

Cara Telecomitala, che facciamo? Saniamo la situazione o passiamo alle maniere forti?