Di lunedì e giovedì imparo a morire.

“Di lunedì e giovedì imparo a morire“, così inizia il suo intervento al TED Global 2014, Ricardo Semler. Brasiliano, imprenditore e filantropo, Ricardo sostituisce -giovanissimo- il padre al comando dell’azienda di famiglia, oggi Semco. E proprio da giovanissimo, a ventun’anni, inizia il processo di trasformazione dell’azienda, che passa da cento dipendenti a quasi tremila, da 4 milioni di dollari […]

Impiegato dell’anno: io

Mark Bertolini è il CEO di Aetna, nota compagnia di assicurazioni statunitense. Qualche tempo fa il numero uno dell’azienda ha lanciato un programma per incentivare i propri dipendenti a dormire meglio e di più, sulla scia della pubblicazione del libro di Arianna Huffington “The Sleep Revolution” e del mantra “più dormi, meglio produci“. “If they can […]

Andavo a 30 all’ora per…

Io sto con Galletti. Il suo piano antismog per la città di Milano introduce, finalmente, la possibilità di andare in ufficio alla velocità di 30 km all’ora. Quasi il doppio rispetto alla velocità media di tutti i giorni. Bravo speedy! Leggi anche: Zoff, Gentile, Cabrini, Sica, Scotti, Quintarelli…[#sbf12] L’Open Source è morto. Evviva l’Open Source! […]

Una finestra, una ricarica. Anche col pallido sole di Milano.

Sarebbe carino averne uno attaccato ad ogni finestra, in ufficio; il sole, qualsiasi sole, penserà al resto (caricare lo smartphone, ad esempio). Gratis. Si compra su Amazon, qui. Leggi anche: Corso gratuito per sviluppatori BlackBerry 10; a Milano il 21 maggio. Zoff, Gentile, Cabrini, Sica, Scotti, Quintarelli…[#sbf12] L’isola (digitale) che non c’è. Più. Andavo a […]

WhatLeads.To: il brainstorming in democrazia

L’idea è semplice: mettere d’accordo un gruppo di persone sul percorso e le azioni da intraprendere per raggiungere un obiettivo; la realizzazione, invece, si sa, è tutt’altro che banale. WhatLeads.to cerca di facilitare, velocizzandolo, questo processo. La piattaforma mette a disposizione un cruscotto interattivo dove, individuato l’obiettivo da raggiungere, i partecipanti al ‘tavolo virtuale‘ propongono le […]

Security through obscurity

E nient… si chiacchierava con amici dell’importanza di gestire in modo sicuro le proprie password, la connessione ad internet, la propria privacy quando, chiedendo di poter accedere alla rete wifi dell’ufficio, mi dicono: “Non c’è problema, la password è scritta sotto il router Telecom”. Etichetta originale. Uh! Leggi anche: Qualcuno (laggiù) mi ama. PRISM, non […]