Customer Experience povera? Povera Customer Experience!

“Forty-seven (47) percent of consumers today report that if they continuously encounter a poor customer experience, they’ll spend money with a competitor“, recita questo studio di CMO Council e SAP Hybris. Lo studio continua e mette in risalto alcuni aspetti -leggi aspettative- del rapporto con il proprio cliente; e cioè: The top attributes of good customer […]

Il fai da te che non fai te. Un nuovo baratto.

Buio pesto fuori, ieri, serata quasi da Settimana Enigmistica: mentre, beato, riposo le membra sulla mia adorata ottomana, “unisco i puntini“, in questo modo: sono affezionato cliente di attività commerciali del ‘fai da te‘ (Brico, Ikea, etc.) sono orgoglioso ambasciatore di Timerepublik, una ‘banca’ del baratto, pagato in tempo A puntini uniti, ecco cosa m’è apparso: io a passeggio […]

Confondere il Big Data

A domanda rispondo, regola numero uno. Se la domanda la pone un operatore di telemarketing -e sono tanti, nonostante registri ed opposizioni– non è detto che risponda il vero, regola numero due. Oggi possiedo una casa, domani sono in affitto; sono già cliente dello stesso servizio che mi stanno proponendo, anzi lavoro proprio per quella […]

Eni Gas e Luce: riattacchi tu? No riattacco io…

Non c’è orario. Non c’è orario -mattina, pomeriggio e sera- che non sia buono per ricevere una telefonata dall’incaricato di turno di Eni Gas e Luce. Non c’è Registro delle Opposizioni che tenga (di Brunettiana, pace al governo suo, memoria). Questa settimana tre telefonate, fortunatamente “in chiaro“, dal numero è 0875/4106.., così forse alla prossima […]

Giuro.

Giuro che questa volta le avrei concesso qualche minuto del mio tempo, lo giuro. Ma alla prima domanda: “Lei ci conosce? E’ nostro cliente?“, da buon (ancora-nei-fatti) monopolista, cosa avrei dovuto risponderle?!? Ho optato, invece, per un più morbido: “Be’, dovrebbe saperlo, sa… registro delle opposizioni, etc. etc.“. E lei, senza sapere che avrebbe potuto continuare tranquillamente: […]

Twitter, LinkedIN, cacofonia e rischio troll.

La scorsa settimana ho incontrato un caro cliente, attento osservatore delle dinamiche del web, nei corridoi del suo ufficio; avvicinandomi, tra il serio e il faceto, abbiamo scambiato due battute sul rumore generato dai miei tweet sul suo cruscotto LinkedIN. L’episodio mi ha fatto ripensare al modo in cui i due socialcosi, oggi, interagiscono. Nel mio […]