La mia storia con Regina

cartaigienica

Al secolo Regina, Rotoloni Regina. Ci siamo avvicinati all’improvviso -un po’ per caso- in una tormentata notte di fine autunno, complice una lotta fratricida, quasi intestina. Mi ha accolto tra le sue generose e soffici curve; mi ha stregato la sua danza del doppio velo. Momenti interminabili, passati insieme, fantasticando sull’accader nel mondo là fuori, sulla vita oltre l’uscio. Credendo in lei, finché possibile, ho tenuto duro; ma poi qualcosa si è rotto, l’incantesimo si è sciolto. Il nostro amore è scivolato via, come un fiume in piena. Si resta così, intorpiditi, consci di aver perso qualcosa di sé. Per sempre.