Diecimila in piazza, solo mille per la questura. Morti.

Su Repubblica di oggi Alberto Mattone intervista Lamberto Dini, senatore ballerino, sulla situazione in Libia. Vi riassumo, per comodità, l’articolo (un estratto qui a fianco):

– Silvio, preoccupato che salti il prossimo bungabunga, tace;

– Gheddafi ha ordinato di sparare, ma il senatore non si capacità del numero di morti;

– i numeri li dà Frattini, quelli veri (?!?);

– ancora misteriose le ragioni che hanno spinto il popolo Libico a ribellarsi.

Ineccepibile, un’analisi chiara ed illuminata. E adesso, Lambertone caro, fatti un giro attorno al palo della lap-dance e ricordati le chiavi della tua nuova fiammante automobile. E smettila di ringraziarmi, dai…